top of page
  • Staff

COSA NON SAI sul CASTELLO DI HOGWARTS?! Guida Completa e Segreti Rivelati!

Il Castello di Hogwarts, icona nel mondo di Harry Potter, ha subito trasformazioni nei film e nei videogiochi. Il videogioco "Hogwarts Legacy" ha catturato l'attenzione con una fedeltà senza precedenti. Esploreremo questa versione e la sua architettura in un viaggio appassionante attraverso i suoi spazi magici.



Il castello di Hogwarts, elemento centrale della saga di Harry Potter, è stato rappresentato con estrema fedeltà nei film, grazie agli sforzi dei creatori di allinearsi alle descrizioni nei libri di J.K. Rowling e di ispirarsi alle architetture britanniche. Tuttavia, durante la produzione dei primi film, solo quattro dei sette libri erano stati pubblicati, il che limitava la conoscenza dei creatori su alcuni aspetti del castello che sarebbero diventati importanti in seguito. Questo ha portato a modifiche progressive e significative del castello in ogni film, influenzate da esigenze narrative, limitazioni di budget e scelte artistiche dei registi. La forma definitiva di Hogwarts si vede in "Harry Potter e i Doni della Morte - parte 2" (2011), realizzata interamente in CGI, versione poi adottata anche nella saga spin-off di "Animali Fantastici".

Recentemente, l'attenzione si è spostata sulla rappresentazione del castello nel videogioco "Hogwarts Legacy" (2023), che ha ottenuto un enorme successo con 22 milioni di copie vendute. Il gioco offre una visione di Hogwarts senza precedenti, caratterizzata da un'attenzione ai dettagli quasi ipnotica. Inoltre, l'annuncio del prossimo videogioco "Harry Potter: Quidditch Champions" aggiunge ulteriore entusiasmo alla continua espansione dell'universo di Harry Potter.


Nel nostro racconto, non ci concentreremo sulle modifiche apportate al castello di Hogwarts nei libri, film e videogiochi. Per approfondire questo aspetto, vi invito a consultare il video "HOGWARTS: L'ANALISI DEFINITIVA - I cambiamenti del castello nei film di Harry Potter" o a leggere il mio libro "Guida Completa al Castello di Hogwarts". Il nostro focus sarà piuttosto sulla Hogwarts di "Hogwarts Legacy", che rappresenta probabilmente la versione più fedele mai realizzata. Questa versione è particolarmente notevole per come l'architettura esterna del castello corrisponda perfettamente a quella interna.

È importante evidenziare che, sebbene "Hogwarts Legacy" mostri molti luoghi noti all'interno del castello, dettagliatamente descritti nei libri ma assenti nei film o nei precedenti videogiochi, non possiamo definirlo il più accurato in assoluto. Alcune discrepanze rimangono, ad esempio, l'ubicazione del Corridoio della Signora Grassa. Nei libri, questo è situato al settimo piano, una collocazione confermata in parte anche nei film e nei videogiochi. Tuttavia, in "Hogwarts Legacy", il corridoio si trova al terzo piano della Torre del Corpo Docente. Nonostante queste differenze, si potrebbe sostenere che nel mondo di Harry Potter, “La magica arte ogni cosa potest operare”. Grazie, Dante!


Il castello di Hogwarts, come già evidenziato, è un edificio di proporzioni imponenti. Se si considerasse la sola costruzione della Torre della Scalinata Principale, si raggiungerebbe un'altezza di quasi 100 metri. La struttura del castello può essere esplorata sia verticalmente che orizzontalmente. Verticalmente, il castello si articola in 7 piani, inclusi il piano terra e le aree sotterranee.

Tuttavia, è la disposizione orizzontale del castello a catturare maggiormente la nostra attenzione. Suddiviso in due sezioni principali, il castello comprende sei aree chiave, ciascuna ospitante luoghi iconici dell'universo di Harry Potter. Queste aree includono: La Sala Grande, luogo di ritrovo e di celebrazioni; La Scalinata Principale, fulcro di movimento e connessione tra i diversi piani; L'Ala Sud, con le sue stanze e funzioni specifiche; La Biblioteca, ricca di conoscenze e misteri; L'Ala di Astronomia, dedicata allo studio delle stelle e dei corpi celesti; e L'Ala della Torre Campanaria, con la sua atmosfera unica.

Nonostante il castello ospiti numerosi altri luoghi, come il Corridoio di Gunhilda di Gorsemoor al terzo piano, ci concentreremo su quelli maggiormente significativi e noti. Prepariamoci quindi a un affascinante viaggio alla scoperta di questi spazi magici e ricchi di storia all'interno del castello di Hogwarts.



Nell'area della Sala Grande di Hogwarts, troviamo la Rimessa per le barche, descritta nei romanzi come un porto sotterraneo per l'ancoraggio delle barche che trasportano gli allievi del primo anno. Tuttavia, sia nei film che nei videogiochi, la rimessa è raffigurata come un edificio esterno dotato di una torre.

Procedendo verso l'alto, si raggiunge il Cortile del Viadotto (anche noto come Cortile d'Ingresso), introdotto nei film a partire da “Harry Potter e il Calice di Fuoco”. Prima di questa apparizione, il suo ruolo era svolto dalla Camera di Accoglienza, situata dopo la Sala d'Ingresso. Il Cortile del Viadotto è il luogo dove la Prof.ssa McGranitt faceva attendere gli studenti del primo anno prima della Cerimonia di Smistamento e del banchetto di benvenuto. In "Hogwarts Legacy", questa area è stata restaurata fedelmente ai libri, riecheggiando la nostalgia dei primi videogiochi e offrendo una grande sala d'ingresso per i visitatori.

Dopo aver attraversato il Cortile del Viadotto e ammirato le clessidre sgargianti che rappresentano i punti delle case, ci troviamo nell'imponente Sala Grande di Hogwarts. Questo spazio è il principale luogo di ritrovo della scuola, dove studenti e insegnanti si riuniscono per i pasti e per gli eventi speciali. Rispetto alla sua rappresentazione nei film, la Sala Grande in "Hogwarts Legacy" appare visivamente più ampia, con spazio sufficiente per accogliere tutti gli studenti, il personale e gli ospiti. Le pareti della sala si estendono fino al soffitto, coperto di candele galleggianti e incantato per riflettere il cielo sopra di esso, in una fedeltà quasi letterale ai dettagli descritti nei libri. Un'aggiunta interessante in "Hogwarts Legacy" è la Sala dei Ritratti, situata vicino al grande tavolo del corpo docente. È in questo spazio che, il 31 ottobre 1994, Ludovic Bagman e Bartemius Crouch Senior hanno fornito indicazioni ai campioni appena selezionati per il Torneo Tremaghi. Nei film "Harry Potter e il Calice di Fuoco" e "Harry Potter e l'Ordine della Fenice", questa area è stata sostituita dalla Sala dei Trofei, che, tuttavia, in "Hogwarts Legacy" si trova all'interno della Torre della Scalinata Principale.

Tornando alla Sala di Accoglienza e seguendo le scale del corridoio sulla destra, giungiamo al seminterrato. Oltre alle grandiose cucine di Hogwarts, qui possiamo visitare per la prima volta la Sala Comune di Tassorosso. Questa sala, che non ha mai trovato rappresentazione nei film e neanche nei libri - essendo l'unica sala comune che Harry non ha mai visitato - è riprodotta con precisione in "Hogwarts Legacy". La cura dei dettagli è tale che possiamo notare persino i caminetti nel piccolo cortile vicino alla Sala Grande.



La Torre della Scalinata Principale, nota anche come Grande Scalinata, è uno degli elementi più caratteristici del castello di Hogwarts. Con le sue 142 scalinate, questa struttura ha sempre suscitato grande interesse. Tuttavia, è importante notare che nei libri non vi è alcuna menzione specifica che “alle scale piace cambiare”.

In "Hogwarts Legacy", la Scalinata Principale è rappresentata come una singola scalinata imponente che si avvolge circolarmente attorno alle mura interne del castello, collegando i vari piani. Al centro di questa struttura si erge una grande colonna che la sostiene. Nonostante non ci sia menzione nei libri di scale che cambiano, la scalinata nel gioco possiede una sua magia intrinseca che le permette di apparire e scomparire, aggiungendo un elemento di mistero e incanto.

Un aspetto interessante, e che rappresenta uno dei pochi difetti riscontrati nel gioco, è la discrepanza tra le finestre interne ed esterne della Torre della Scalinata Principale. Questa incongruenza potrebbe essere interpretata come un ulteriore tocco di magia, una caratteristica che sottolinea l'aspetto unico e misterioso del castello di Hogwarts.

La Torre della Scalinata Principale di Hogwarts, situata vicino alla Sala Grande e al Quadrilatero, si eleva maestosa nell'orizzonte del castello. A partire dalla sua cima, è possibile accedere a una stanza chiusa a chiave, che riveste un'importanza cruciale: al suo interno si trova la piuma di accettazione e il libro dell'ammissione, elementi centrali nel processo di selezione degli studenti per il loro primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

La torre include anche le tre piccole torri che ospitano l'Ufficio del Preside di Hogwarts, un luogo familiare ai fan della serie, particolarmente evidenziato nei film. Ad esempio, in "Harry Potter e la Camera dei Segreti", l'ingresso a questa torre è situato in un angolo del Cortile di Trasfigurazione.

Scendendo all'interno della Torre della Scalinata Principale, si arriva alla Sala dei Trofei, un luogo che custodisce antichi premi, trofei, statue, coppe, targhe, scudi e medaglie, tutti esposti in teche di cristallo. Nei film, a differenza dei libri, la Sala dei Trofei sembra essere collegata alla Sala Grande e situata al di sotto di essa. Inoltre, è implicito che esista un ingresso esterno alla sala, come dimostrato dal fatto che il personaggio di Moody riesce a entrarvi.

Nel corso della sua vita ad Hogwarts, anche se in un momento cruciale, Harry visita anche la Sala Comune di Corvonero, situata nella Torre di Corvonero. La collocazione di questa torre, prima dell'uscita di "Hogwarts Legacy", era oggetto di numerose speculazioni e teorie. Inizialmente, molti pensavano che la Sala Comune di Corvonero potesse trovarsi nella Torre Centrale, un'ipotesi poi scartata. Altre teorie suggerivano la Torre di Astronomia, ma anche questa ipotesi è stata considerata poco probabile.

Con l'uscita di "Hogwarts Legacy", si è consolidata una teoria riguardante la Torre del Ponte di Pietra, modificata nell'ultimo film della serie. Questa torre è stata rinominata Torre di Avvistamento, assumendo anche caratteristiche simili a quelle di una piccola Torre di Astronomia. Tuttavia, è importante sottolineare che i film di Harry Potter sono generalmente considerati una fonte di canone superiore rispetto ai videogiochi, il che potrebbe influenzare l'interpretazione dell'ubicazione della Sala Comune di Corvonero.

Alla sommità della Torre di Corvonero si trova la Sala Comune di Corvonero, mentre alla base si situa l'ingresso al Ponte di Pietra, a livello del primo piano.

Ritornando alla Torre della Scalinata Principale, che offre accesso ai corridoi dei primi, terzi e quinto piani, incontriamo la celebre statua di Gunhilda di Gorsemoor, nota anche come la Strega Orba. Questa statua funge da ingresso alla Torre del Corpo Docente, che esploreremo più avanti.

Alla base della torre, ci troviamo di fronte alla Scalinata Inferiore. Oltre una porta, si estendono i Sotterranei. Qui si trova la Sala Comune di Serpeverde, visibile solo ai membri di quella casa. In un atrio nascosto dietro un muro, si scopre anche lo Scriptorium di Serpeverde. Salendo le scale sulla sinistra, ci si trova proprio sotto il ponte di pietra, che si sviluppa su due livelli. A destra, invece, diversi corridoi conducono ai bagni, un luogo che i fan della saga di Harry Potter riconosceranno senza dubbio.

Un altro corridoio conduce sorprendentemente alla Sala d'ingresso. Ma forse uno degli ambienti più attesi è la Sala per le feste di Complemorte, descritta in “Harry Potter e la Camera dei Segreti”. È qui che, il 31 ottobre 1992, si celebrò la cinquecentesima Festa di Complemorte di Sir Nicholas de Mimsy-Porpington.

Per i visitatori meno inclini alle sorprese, c'è la stanza delle punizioni da ammirare. Questo tour attraverso i vari piani e corridoi della Torre della Scalinata Principale ci offre un'immersione profonda nell'architettura e nella storia misteriosa di Hogwarts, rivelando luoghi nascosti e ricchi di fascino.

Concludendo l'esplorazione di quest'area del castello di Hogwarts, ci imbattiamo in un luogo meno noto, se non ai giocatori dei videogiochi: il Quadrilatero, anche noto come Cortile Lastricato o Cortile di Pietra. Nei film, questo spazio è visibile solo brevemente, ma nei giochi acquista una rilevanza maggiore.

Il Quadrilatero è caratterizzato dalla presenza di quattro torri poste ai suoi angoli: la Torre della Scalinata Principale, la Torre di Grifondoro, la Torre Nord e la Torre di Corvonero. In aggiunta, la Torre dell’Infermeria e le torrette del Ponte Sospeso si trovano al centro di due lati opposti del cortile. Questa disposizione crea un ambiente architettonico distintivo e affascinante, che cattura l'essenza della complessità e della grandezza di Hogwarts.

I corridoi dei piani superiori, specificatamente quelli del quarto, quinto, sesto e settimo piano, passano proprio accanto a questo cortile, rendendolo un punto di riferimento centrale per gli spostamenti all'interno del castello.



La rappresentazione del Quadrilatero in "Hogwarts Legacy" introduce alcune peculiarità interessanti, in particolare per quanto riguarda la Torre del Corpo Docente. Questa ala è situata sul lato occidentale della Torre dell'Infermeria, con l'angolo che fa capo alla Torre Nord. La Torre del Corpo Docente comprende corridoi e uffici dei docenti distribuiti dal primo al quinto piano.

Tuttavia, "Hogwarts Legacy" introduce alcune inesattezze rispetto ai canoni stabiliti nei libri e nei film. Prima dell'uscita del videogioco, la Torre del Corpo Docente era identificata con la Torre Nord, nota anche come Torre di Divinazione, poiché ospitava l'aula di Divinazione nella sua parte più alta. Nel gioco, però, l'aula di Divinazione viene spostata nella Torre destra del Cortile del Viadotto, entrando in conflitto con il canone dei film.

Altre discrepanze includono la collocazione del Corridoio della Signora Grassa, che nei libri e nei film si trova al settimo piano, mentre in "Hogwarts Legacy" è situato al terzo piano della Torre del Corpo Docente. Similmente, il bagno dei prefetti, situato al quinto piano nei libri, si trova al sesto piano nel gioco. Infine, l'ala dell'Infermeria, che nei libri è collocata al primo piano, è posta al settimo piano in "Hogwarts Legacy".

La Torre di Grifondoro, situata in posizione opposta rispetto alla Scalinata Principale, è descritta accuratamente sia nei libri che nel primo film della saga di Harry Potter. Tuttavia, nei film, la Sala Comune di Grifondoro appare notevolmente più piccola e architettonicamente improbabile rispetto alla rappresentazione nel libro, dove la torre è descritta come un luogo più ampio e maestoso.

Alla base della Torre di Grifondoro, c'è un piccolo ponte che collega con la Torre dell'Orologio. Questa zona del castello include anche vari corridoi, alcuni dei quali conducono al Ponte Sospeso. Il Quadrilatero, con tutte queste connessioni, è effettivamente un'area completamente interconnessa e accessibile, che permette agli studenti e al personale di spostarsi facilmente tra le diverse aree del castello.

Inoltre, a Hogwarts, gli studenti che incontrano problemi di salute durante l'anno scolastico ricevono cure adeguate nell'infermeria del castello. Questa è dotata di tutte le attrezzature necessarie per trattare un'ampia gamma di ferite e malattie legate alla magia, che vanno dalla riparazione di arti rotti alla ricrescita di ossa perdute.

La Torre dell'Orologio in "Hogwarts Legacy" è stata ricreata con grande attenzione al dettaglio, con gli autori del gioco che hanno messo particolare impegno nel renderla il più fedele possibile alla sua rappresentazione nei film e, al tempo stesso, arricchirla di nuovi elementi. La storia della Torre dell'Orologio è particolarmente interessante. Nei libri di Harry Potter, né la torre né il suo cortile sono menzionati, e fanno la loro prima apparizione in "Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban". La loro inclusione nel terzo film potrebbe essere stata una scelta deliberata per enfatizzare il tema del tempo, che è centrale nella trama di quel capitolo.

All'estremità sud del Cortile della Torre dell'Orologio, troviamo il Ponte Coperto (o Ponte di Legno), che è stato rappresentato con precisione nei film. Questo ponte collega il castello con il parco e la dimora del guardiacaccia, nota ai fan come la Capanna di Hagrid durante il periodo di Harry a Hogwarts.


Questa prima sezione del castello di Hogwarts che abbiamo esplorato copre principalmente le aree residenziali e alcune delle strutture più iconiche della scuola. Tuttavia, ci sono ancora molte altre aree del castello da scoprire, ognuna con la sua unica storia e caratteristiche. La seconda sezione del castello promette di essere ancora più interessante, offrendo ulteriori approfondimenti nell'architettura e nella storia di Hogwarts.



La Sala Centrale, rappresenta una novità. Questa area del castello non appare nei film e, nei videogiochi precedenti, viene solitamente sostituita dall'Ingresso del Viadotto e dal Corridoio degli Arazzi.

La Sala Centrale si trova all'interno della Galleria Lunga. Questa vasta sala può essere raggiunta dal Cortile di Trasfigurazione e al suo interno ospita una fontana straordinariamente dettagliata, che presenta una statua di un lupo mannaro e di un unicorno, sostenuti da goblin, con sirene che nuotano attorno.

Un altro dettaglio notevole nella Sala Centrale è un murale raffigurante un drago dormiente, che aggiunge un ulteriore livello di fascino e mistero alla stanza. Questa scelta artistica potrebbe essere vista come un simbolo del potere e della maestosità che caratterizzano Hogwarts.

Proseguendo dalla Sala Centrale, si incontrano diverse vie di accesso: a sinistra, il portone conduce al Ponte di Pietra, mentre sulla destra, percorrendo le scalinate, si arriva all'aula di Divinazione. Questa configurazione evidenzia come la Sala Centrale sia un punto di snodo importante all'interno del castello, collegando diverse aree e funzionando come un crocevia per gli studenti e il personale di Hogwarts.

Dal lato della Sala Centrale, troviamo il dipartimento di Erbologia, che in questo gioco è rappresentato come una grande serra a più livelli, anziché come le numerose serre separate che si vedono nei film. Al centro della serra si erge un imponente albero con un sistema di radici che si estendono fino ai sotterranei. Questa rappresentazione delle serre è molto più grandiosa e imponente rispetto a quelle viste nei film, sottolineando la vastità e la ricchezza del mondo magico.

Analogamente, la Biblioteca di Hogwarts è rappresentata su una scala molto più grande rispetto ai film. Contiene decine di migliaia di libri su migliaia di scaffali e, proprio come nei primi videogiochi, ha l'aspetto di una cattedrale, con scale che permettono di raggiungere libri ovunque.

Di fronte alle serre, si trova il Cortile di Trasfigurazione, un altro importante luogo del castello. A sinistra dalla Sala Centrale, c'è l'aula di Pozioni, che, simile ai film, è di forma ottagonale e di grandi dimensioni, con ampi tavoli e finestre.

Nel mezzo della Torre Centrale si trova l'aula di Aritmanzia, una disciplina che richiede un certo grado di comprensione e abilità matematica per interpretare i numeri in un contesto magico.

Infine, sotto la Sala Centrale si estende la Galleria Lunga, che, prima di concludersi, riserva altre sorprese e spazi familiari...



L'esplorazione delle torri campanarie ci conduce in una delle aree meno esplorate nel mondo di Harry Potter. Sebbene queste torri fossero presenti fin dal primo film, "Hogwarts Legacy" le presenta con alcune differenze significative. Nelle versioni cinematografiche, erano rappresentate come strutture piuttosto basse con piccole aree simili a balconi sotto le torrette superiori. Nel gioco, queste torri sono più elaborate e integrate nel contesto del castello.

Da queste torri campanarie, accessibili dalla Sala Centrale, si estendono i sotterranei, che ospitano aule dedicate a materie come Babbanologia e Alchimia. La torre più a nord contiene una sala al sesto piano utilizzata per le prove del Coro delle Rane, aggiungendo un tocco di unicità e magia a questa parte del castello.

Proseguendo lungo il corridoio nord, si trova l'aula di Storia della Magia, dove insegna il professor Ruf. Questa aula rappresenta un altro elemento (ronfo) “fondamentale” dell'esperienza educativa a Hogwarts.

Sorprendentemente, nei sotterranei lungo il corridoio nord, "Hogwarts Legacy" ci regala la scoperta di una stanza segreta che mostra arazzi narranti la saga del lupo mannaro. Questa stanza, insieme alla sala dei geroglifici situata poco sopra, dimostra come il gioco abbia approfondito e arricchito la narrazione e l'esplorazione di Hogwarts, offrendo ai giocatori una visione più dettagliata e immersiva di questo magico e iconico castello.

La Torre Ovest, situata al termine del Corridoio Nord, offre un esempio interessante della variazione nella rappresentazione delle torri di Hogwarts nei diversi adattamenti della saga di Harry Potter.

Nei libri, la Torre Ovest è comunemente associata alla Guferia, il luogo dove i gufi dei studenti e del personale di Hogwarts risiedono. Tuttavia, nei film, la Guferia è stata spostata nel parco del castello. In "Hogwarts Legacy", la Torre Ovest, pur mantenendo alcuni elementi comuni con le torri campanarie, è rappresentata come una struttura più piccola.

La storia della Torre Ovest nei film è caratterizzata da un'evoluzione costante. Originariamente, in "Harry Potter e la Pietra Filosofale", la torre era rappresentata con molte torrette, dando l'impressione di una struttura intricata e dettagliata. Nel secondo film, pur mantenendo la sua forma di base, essa subisce delle modifiche che la fanno assomigliare di più alla Torre dell'Orologio. Questo processo di evoluzione continua fino all'adattamento cinematografico di “Harry Potter e il Principe Mezzosangue”, dove la torre assume un ruolo meno rilevante.

Prima di questi cambiamenti cinematografici, la Torre Ovest era conosciuta come la Torre del Campo di Allenamento, un nome che suggerisce una funzione differente all'interno della vita scolastica di Hogwarts.

Il parco nord di Hogwarts si apre proprio al piano terra del castello, offrendo una vista spettacolare che include il Campo di Quidditch. Questo luogo non è solo un campo per il popolare sport magico, ma anche una zona dove si svolgono lezioni di volo, proprio come vediamo nel primo film della serie di Harry Potter.

Il campo di allenamento nel parco nord ha subito un processo di miglioramento significativo, con una cura particolare per la natura e le rovine circostanti. Questo aspetto conferisce al paesaggio un'aura di nostalgia, allontanandosi dall'essere un mero riferimento alla geografia della Scozia per assumere un carattere più antico e mistico, in linea con l'atmosfera dei primi due film della saga.

Ai cancelli dell'uscita Nord del parco, si trova il sentiero che conduce a Hogsmeade, il vicino villaggio magico frequentato dagli studenti di Hogwarts. Un'altra novità interessante è il Cortile degli Animali, un'area dedicata alle lezioni di Animali. Questa è la prima volta che una zona simile appare in un adattamento di Harry Potter, poiché non era stata precedentemente rappresentata nei film.



Nell'area del Cortile di Trasfigurazione, noto anche come Cortile Centrale a supporto della sua posizione centrale nel castello, "Hogwarts Legacy" offre una visione dettagliata e approfondita. La Torre di Astronomia, che svetta come una delle strutture più alte in quest'area, rappresenta un punto focale significativo.

Al livello del cortile, troviamo l'aula di Trasfigurazione. Nei film, questa aula è stata inizialmente situata al posto della Torre Oscura e successivamente nella Torre di Astronomia. Tuttavia, "Hogwarts Legacy" ripristina la Torre di Astronomia nella sua posizione originale, come descritta nei libri.

Quest'ultima ha subito diversi cambiamenti nel corso dei film. Nei primi cinque film, era conosciuta come la Torre di Difesa contro le Arti Oscure (o Turris Magnus), ospitando l'aula omonima. Questa aula presenta una curiosa architettura: la stanza si curva lungo il suo lato più lungo, una caratteristica che non sembra adattarsi alla forma esterna della torre e che potrebbe essere spiegata solo con l'uso di mezzi magici.

Da "Harry Potter e il Principe Mezzosangue", la Torre di Difesa contro le Arti Oscure e la Torre Oscura sono state sostituite dalla Torre di Astronomia. Tuttavia, "Hogwarts Legacy" non trascura questi elementi: sia la Torre Oscura che la Torre di Difesa Contro le Arti Oscure sono presenti nel gioco, aggiungendo profondità e fedeltà storica all'universo di Harry Potter. Queste torri sono accessibili dal Cortile di Trasfigurazione, dal Ponte Sospeso e dall'Ingresso del Viadotto, e le loro decorazioni interne in marmo aggiungono un ulteriore livello di dettaglio e fascino.

Alla base della Torre di Difesa Contro le Arti Oscure troviamo diverse stanze, tra cui la Sala del Corpo Docente. Al primo piano, un passaggio maleodorante collega la torre alla Torre Ovest, aggiungendo un elemento di connessione intrigante tra le diverse aree del castello.

Al secondo piano, incontriamo l'aula di Difesa Contro le Arti Oscure, che è molto simile a quella vista nei film, completa del relativo ufficio del professore. Proseguendo al quarto piano, troviamo l'aula di Teoria della Magia, che geometricamente è una copia dell'aula di Difesa Contro le Arti Oscure, anche questa con il suo ufficio del docente.

L'aula di Incantesimi, dove gli studenti imparano incantesimi come Wingardium Leviosa, è situata in una stanza molto simile a quella rappresentata nei film. Una sorpresa attende i visitatori al quinto piano, nell'ufficio del professore di incantesimi: una scala che conduce all'aperto, proprio nel luogo dove Sirius Black è stato tenuto prigioniero. Nei libri, è il Professor Vitious a fornire detenzione a Sirius.

Concludiamo in grande con lo studio dell'Astronomia. Dopo aver lasciato il corridoio di Incantesimi, si trova la dimora del docente di Astronomia e una sala lettura dedicata a questa disciplina. Salendo le infinite scale, passando attraverso soffitti straordinari e la Stanza delle Necessità, si arriva infine alla Torre di Astronomia. Qui, oltre all'aula, troviamo un luogo molto famoso e significativo nella saga di Harry Potter. Da questa posizione elevata, si può ammirare la bellezza mozzafiato di tutto il castello di Hogwarts, concludendo un viaggio esplorativo che mette in luce la grandiosità e il fascino di questo luogo magico.


In conclusione, il castello di Hogwarts è un luogo di infiniti segreti e innumerevoli altri luoghi affascinanti. Oltre a quelli già menzionati, ci sono aree come la Sala delle Mappe, L'Ateneo, la Sala di Herodiana, e molte altre, ciascuna con la sua unica storia e mistero. Questi luoghi, esplorati e riscoperti in vari adattamenti, contribuiscono alla ricchezza e alla profondità dell'universo di Harry Potter.

Grazie per aver seguito questo viaggio alla scoperta di Hogwarts. Come diceva Ignatia Wildsmith, viaggiare apre la mente. L'esplorazione di Hogwarts, sia virtualmente nei videogiochi, sia attraverso i libri e i film, ci offre un'occasione unica per viaggiare con la mente, scoprendo mondi nuovi e affascinanti. Ricordate sempre il potere dell'immaginazione e la magia che si cela dietro ogni angolo del mondo di Harry Potter.






Comments


bottom of page